Reggio Emilia 2012: Butler, Grand Opening

Reggio Emilia 2012: Butler, Grand Opening

Venerdì 20 aprile 2012, Butler, leader nel settore delle macchine per pneumatici e da sempre caratterizzata per le sue scelte coraggiose e i suoi prodotti di qualità, ha inaugurato la sua nuova sede di 42.000 mq di superficie (di cui 12.000 mq di coperti) che annovera 120 dipendenti oltre a numerosi collaboratori esterni.

T.ES. è stata incaricata di provvedere all’organizzazione di questo importante evento volto a lanciare un segnale di ottimismo nonostante la crisi. L’investimento si è concretizzato promuovendo l’apertura del nuovo stabilimento sul territorio nazionale anziché all’estero e la sua inaugurazione ha visto la partecipazione di almeno 100 ospiti provenienti da tutto il mondo.

Per tutti gli intervenuti T.E.S. ha predisposto l’incoming, le attività sociali e i transfer ad esse connesse.

Caratteristiche dell'evento

Target: 120 partecipanti tra ospiti italiani e stranieri oltre allo staff

Svolgimento dell'evento

1° giornata:
Arrivo degli ospiti presso l’Hotel Zola alle porte di Bologna e successivo transfer in pullman per la visita organizzata al suggestivo Museo Lamborghini. Al termine della visita, ritorno in hotel e successivo trasferimento, sempre in pullman, al Ristorante Donatello, nel cuore di Bologna.

 2° giornata:
Nella seconda giornata, i partecipanti hanno visitato i siti produttivi dell’azienda Sirio di Ostellato per giungere, a fine mattinata, a Rolo di Reggio Emilia dove si è svolta la cerimonia di inaugurazione della nuova sede con visita tecnica della stessa. Agli ospiti è stato offerto un servizio di coffee break seguito dal brunch.

Il tardo pomeriggio ha visto il gruppo partire alla volta di “Villa Delfini” a Cavezzo, un’affascinante antica corte, dove si è svolta la serata di gala.

Tutti i transfer, in pullman G.T., così come i servizi di ristorazione sono stati forniti e coordinati da T.E.S.

3° giornata:
L’ultima giornata ha visto il check-out dei partecipanti dall’hotel e il ritorno ai rispettivi luoghi di provenienza.

Case History